English


Italiano


Storia del Regno di Italia
nel Sacro Romano Impero


Il Regno di Italia fu un Regno costituente del Sacro Romano Impero dal 781 al 1556. Dal 1801 al 1814, faceva parte dell'Impero napoleonico. Dopo la caduta dell'Impero Romano, i Longobardi, un popolo germanico che si crede di essere di origine scandinava, provenienti dal territorio della penisola di Jütland, conquistarono la penisola italiana e fondarono il Regno dei Longobardi, noto anche come il Regno Langobardo di Italia. La sua capitale fu Pavia, nell'Italia del nord. Nel 774, il Regno longobardo diventò parte del dominio di Carlo Magno dopo l'Assedio di Pavia. Il territorio carolingio, tuttavia, si estendeva a sud solo fino a Spoleto ed escludeva sia il patrimonio di San Pietro (territorio pontificio) che quello del mezzogiorno (Italia meridionale), che rimanevano sotto il dominio longobardo fino a quando fu conquistato dai Normanni nell'XI secolo.

Carlo Magno regnò come Re dei Longobardi dal 774. Nel 800, fu incoronato Imperatore dei Romani (Sacro Romano Imperatore) dal Papa il giorno del Santo Natale. Il termine "Regno d'Italia " si crede che sia stato usato per la prima volta in 781 quando la sovranità dell'Italia è stata data al Pipino, figlio del Carlo Magno. Pipino fu incoronato Re dal Papa, utilizzando la Corona Ferrea d'Italia/Lombardia. Alla sua morte nel 810, la corona d'Italia passò ad un altro dei figli di Carlo Magno, Bernardo di Italia, che governò il Regno fino al 818. Dal 818, l'Italia fu governata da Lotario I di Italia, figlio di Ludovico il Pio, Sacro Romano Imperatore, e nipote di Carlo Magno. Lotario fu anche Imperatore del Sacro Romano Impero dal 817 fino alla sua morte nel 855. Successivamente, la sovranità d'Italia rimase con la casa di Carlo Magno fino alla morte dell'imperatore Carlo il Grasso nel 888. In seguito, la corona passò a Berengario I, Margravio del Friuli. Ci fu un periodo di instabilità con più pretendenti e tentativi di prendere il controllo della corona. Nel 926, Ugo d'Arles, un membro d'una potente famiglia della nobiltà burgunda, divenne Re di Italia. Il suo fratello fu Bosone, Margravio di Toscana. Ugo fu succeduto nel 948 da suo figlio, Lotario II di Italia. Dopo la morte di Lotario nel 950, il regno passò a Berengario II, un membro della casa burgunda di Ivrea. Gli successe il suo figlio, Adalberto d'Italia.

Dal 962, la sovranità d'Italia ritornò come unione personale con l'Imperatore del Sacro Romano Impero. Ottone I, figlio primogenito di Enrico l'Uccellatore, Duca di Sassonia, fu incoronato Sacro Romano Imperatore e Re d'Italia. Enrico V, Imperatore del Sacro Romano Impero e Re d'Italia investirono la Contessa Matilda, Margravia di Toscana col titolo di Vice-Regina di Italia e Vicario Imperiale. Matilda, strenua difensoressa del papato e maresciallo militare, era una figura dominante in Italia. Fu incoronata Vice-Regina nel 1111. Anche se la capitale del regno era Pavia, la capitale Vice-Reale era Firenze, la capitale di Toscana/Etruria. Matilda morì senza discendenti e le sue terre furono date alla Chiesa. Successivamente, il Regno imperiale d'Italia lentamente si dipana, cedendo agli nuovi stati più piccoli ed alle città-stati per cui una gran parte dell'Italia diventerebbe famosa nel Medioevo e nel Rinascimento.

Oggi il Cardinale Patriarca di S. Stefano detiene il titolo di Vice-Re di Italia nel Sacro Romano Impero e Vice Cancelliere Imperiale di Italia come successore ecclesiastico dell'antica margraviato di Toscana nel Sacro Romano Impero ed in discesa dagli antichi Margravi di Toscana e Re di Italia nel Sacro Romano Impero.


Mappa del Regno imperiale d'Italia
che mostra la capitale di Pavia
e la capitale vice-reale di Firenze.

 

Patrimonio del Patriarcato di S. Stefano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INTERNATIONAL COPYRIGHT, TRADEMARK, AND DISCLAIMER:

This is the official website for the Imperial Kingdom of Italy (Holy Roman Empire). The Legal Disclaimer for the Imperial Kingdom of Italy in the Holy Roman Empire. The Imperial Kingdom of Italy and the Kingdom of Italy in the Holy Roman Empire is a d.b.a. of a non-profit religious corporation incorporated within the United States of America. This website in its entirety is the Intellectual Property of the Imperial Kingdom of Italy. The information, text, photos, documents, and media in any form whatsoever contained in this website is Crown, Internationaln and United States Copyright and Trademark Protected. No part of this website, may be copied, shared, or transferred without specific, written permission of the Imperial Kingdom of Italy. The unauthorized use, disclosure, copying, or alteration of this website is Unlawful and Violation is Subject to possible Civil and Criminal Penalties. The Royal House of Etruria, all dbas, and its parent corporation, and its members are not and will not be liable for any direct, special, indirect, or consequential damages arising from alteration of the contents of this website by a third party or as a result of any malicious code transferred to a third party by virtue of visiting this website. Crown, International, and United States Copyright Held © 2008-2018, All Rights Reserved.